Seleziona una pagina

Nel mese di Giugno la disoccupazione è scesa dello 0,1% rispetto a Maggio, arrivando così al 9,7% (il dato più basso da Gennaio 2012). Questi numeri mettono in risalto l’opportunità di sfruttare il potenziale del Paese per riuscire finalmente a superare la crisi iniziata nel 2008. In particolar modo serve investire sui giovani e sulla crescita di settori strategici quali l’agricoltura e il manifatturiero. Il made in Italy, infatti, può fare la differenza se ben supportato e rilanciato.

Come Soggetto Giuridico abbiamo evidenziato più volte la necessità di creare una strategia di sviluppo e di crescita che partisse dall’effettuare i giusti investimenti per creare opportunità di lavoro. Urgono riforme strutturali in grado di debellare le tante falle sistemiche presenti, ma anche misure lungimiranti e capaci di immaginare e costruire un’Italia diversa; forte del proprio passato e aperta al futuro.

Soggetto Giuridico ha già ampiamente la sua volontà di incidere, ed è per questo che è ampiamente disponibile a collaborare con tutte quelle forze produttive interessate a dar vita ad una nuova stagione di riscatto.

Quel che serve però, e ci rivolgiamo in particolar modo alle istituzioni nazionali, è il completo e totale abbandono della retorica sterile e fine a se stessa; magari utile a raccogliere consensi elettorali, ma di certo molto distante dai bisogni dei cittadini e dei lavoratori.