Seleziona una pagina

Non sempre la politica è sorda agli appelli dei cittadini.
Finalmente la Camera dei Deputati ha dato il via libera, quasi all’unanimità, al disegno di legge che reintroduce finalmente la “Educazione Civica” a scuola. Il ritorno della nuova/vecchia materia riguarderà le scuole primarie e secondarie italiane. Ora il provvedimento passerà all’esame del Senato. In uno alla reintroduzione all’Educazione Civica in commissione Cultura si è arrivati alla produzione di un testo unificato con il quale si propone anche l’introduzione della “Educazione alla Cittadinanza Digitale”.
L’obiettivo del disegno di legge è quello di “formare cittadini responsabili e attivi per promuovere la partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale e sociale delle comunità, nel rispetto delle regole, dei diritti e dei doveri”.
L’educazione civica verrà insegnata da docenti che dovranno concentrarsi in particolare su alcuni aspetti come lo studio della Costituzione, delle istituzioni dello Stato e dell’Unione Europea. Inoltre si approfondiranno: il diritto, l’educazione ambientale, il rispetto del patrimonio e l’educazione alla legalità, l’educazione al rispetto del patrimonio e l’incoraggiamento al volontariato.
Nel corso dall’anno scolastico saranno 33 le ore di studio utili a comprendere e conoscere strutture e profili sociali, giuridici e ambientali della società.
Fatto innovativo e molto utile è il coinvolgimento dalla scuola d’infanzia.

 

A.M.I.Co.